POEM RECITAT ÎN CADRUL FESTIVALULUI INTERNAȚIONAL DE POEZIE ONLINE - CLAUDIA PICCINNO, ITALIA

Inapoi la stiri

POEM RECITAT ÎN CADRUL FESTIVALULUI INTERNAȚIONAL DE POEZIE ONLINE - CLAUDIA PICCINNO, ITALIA

Claudia Piccinno - Italia

 

Su questo necrologio non occorre

il mio dire,
meglio s'esprime un sasso
fatto rotolare
nella fossa.
Ogni sasso un pensiero
Ogni pensiero un nome
Ogni nome una croce.
Foglia, sasso, forbice
Dire, fare, baciare
Guardami padre.
Non chiamarmi.
Lascia che io viva
ancora stagioni di gioia.
Che io viva azzurri mattini
e colga un papavero da
deporre ai tuoi piedi.
Lascia che suonino
a festa le campane
che mi stremi il canto
delle cicale
che io possa tornare
gabbiano sul Bosforo
e rondinella nel sole.
Guardami, non pronunciare
per ora il mio nome.

 

 

My say on this obituary

is no needed

better would express a stone

rolled

in the pit.

Each stone a thought

Each thought  a name

Each name  a cross.

Leaf, stone, scissors

To tell, to do, to kiss

Look at me father.

Do not call me.

Let me live

again seasons of joy.

May I live blue mornings

and pick a poppy to

lay at your feet.

Let the bells ring

in celebration,

may I sing the song

of cicadas

may I come back

as a seagull on theBosporus

as a swallow in the sun.

Look at me, don't pronounce

for now my name.